Quei Giorni Gerusalemme….

E’ da 2000 anni Signore che i tuoi passi sanguinano…
Gesù sarà in agoniapasqua-vera_vangelo-esodo sino alla fine del mondo, non bisogna dormire durante questo tempo…

Inizia con la Domenica delle palme la rappresentazione simbolica di ciò che la cristianità ripete da secoli, scandendone i giorni della Settimana Santa, ricordando la passione e morte di Gesù Cristo.

Continue reading

Natale

Alcuni riferimenti poco certi sulla festività del Natale risalgono al IV secolo. La prima menzione certa della Natività di Cristo con la data del 25 dicembre risale invece al 336, e la si riscontra nel Chronographus, redatto intorno alla metà del IV secolo dal letterato romano Furio Dionisio Filocalo.
Le origini storiche della festa non sono note e sono state spiegate con varie ipotesi. Probabilmente la sua data venne fissata al 25 dicembre per sostituire la festa del Natalis Solis Invicti con la celebrazione della nascita di Cristo, indicato nel Libro di Malachia come nuovo “sole di Giustizia” (cfr. Malachia III,20). Sono state proposte anche soluzioni diverse, sia in relazione ad influenze ebraiche che a tradizioni interne al cristianesimo. Le diverse ipotesi possono coesistere.
Continue reading

Antichi preparativi per la cena Pasquale

cenaebraicaSecondo la tradizione la cena doveva iniziare con la consumazione dell’agnello pasquale e durare sette giorni, dalla sera del quattordicesimo giorno di Adib (mese), chiamato poi Nisan, fino al sera del ventunesimo. E durante quel tempo gli Israeliti non avrebbero dovuto mangiare che pane senza lievito, in ricordo del fatto che, fuggendo dall’Egitto non avevano potuto attendere alla lievitazione delle focacce, ed avrebbero dovuto offrire ogni giorno numerosi sacrifici, come testimonianza di gratitudine e di riconoscenza.


Continue reading

Arca Dell’alleanza

Cassa rettangolare che rappresentava una sorta di “Sancta Sanctorum” per gli ebrei e quindi la “prarca_alleanzaesenza” di Jeova fra il suo popolo. Era una cassa preziosa che custodiva le Tavole della Legge che Mosè ricevette da Dio sul monte Sinai, nonché secondo alcuni la miracolosa verga di Aronne e un vaso di manna. Considerata dimora visibile di Dio invisibile, nonché testimonianza tangibile del patto di alleanza fra lui ed il suo “popolo eletto”, essa divenne ben presto simbolo della religione ebraica. Secondo a quanto dice la Bibbia, questa cassa doveva essere di legno d’acacia, rivestita d’oro dentro e fuori, con una ghirlanda anch’essa d’oro attorno al coperchio. Continue reading