Falun Dafa

falun2

Falun Dafa

Il Falun, simbolo della Falun Dafa o Falun Gong. Il carattere al centro è il simbolo chiamato «wan» (svastica), che è stato usato in molte  culture, per migliaia di anni, per indicare la buona fortuna. L’emblema del Falun è stato anche descritto dal Maestro Li Hongzhi nel libro Zhuan Falun: «La Ruota della Legge della Scuola di Buddha, lo Yin e lo Yang della Scuola Taoista, e tutto quello che concerne il mondo delle Dieci Direzioni, sono tutti riflessi nel Falun – la Ruota della Legge». «La configurazione del Falun è l’Universo in miniatura, contiene ogni forma di esistenza ed un suo processo di evoluzione in ciascuno degli spazi. Per questo, io dico che è un mondo».La Falun Dafa (cinese tradizionale: 法輪大法; cinese semplificato: 法轮大法, letteralmente Pratica della Ruota della Legge ), o anche Falun Gong (cinese tradizionale: 法輪功; cinese semplificato: 法轮功, letteralmente, Il Qigong della Ruota della Legge), è un movimento spirituale cinese fondato da Li Hongzhi nel 1992. Questo movimento è osteggiato e censurato dal governo cinese.

Praticanti di Falun Dafa
La Falun Dafa, conosciuta anche come Falun Gong, riprende un’antica forma di Qigong, che risale all’antica tradizione cinese è una pratica per purificare corpo e mente attraverso cinque esercizi, di cui quattro con movimenti lenti ed armoniosi ed un quinto di meditazione. In solo otto anni dalla sua introduzione al pubblico, la Falun Dafa si è sviluppata ed è diventata la forma più popolare di Qigong nella storia della Cina . Il motivo principale di questo fenomeno è che la Falun Dafa si differenzia dalle altre pratiche di Qigong in quanto non enfatizza solo la pratica fisica, ma soprattutto la coltivazione del carattere morale di una persona nella vita quotidiana, in accordo con gli elevati principi universali di verità, benevolenza e tolleranza, insegnati dal maestro Li Hongzhi, fondatore e unico maestro della Falun Dafa. Da quando è stata introdotta in Cina al grande pubblico nel 1992 dal maestro Li, la Falun Dafa ha attratto decine di milioni di persone in più di 60 paesi. Le più grandi città e università negli Stati Uniti, Canada, Australia e Europa di lingua inglese hanno gruppi di pratica della Falun Dafa.[senza fonte] I praticanti provengono da diversi ceti sociali e culturali, in quanto la Falun Dafa trascende tutte le frontiere culturali, sociali, economiche e nazionali. Fin dalle fasi iniziali, Li Hongzhi ha insistito sul fatto che la pratica doveva essere pubblica, libera e gratuita. Viene diffusa dai praticanti in modo particolare con il passaparola.
Gli insegnamenti sono articolati in due libri: Falun Gong, Il Qigong della Ruota della Legge e Zhuan Falun, Girare la Ruota della Legge. Secondo i praticanti i benefici della pratica della Falun Dafa sarebbero numerosi: dal miglioramento della salute (per quanto non ci sia nessuna prova scientifica a suffragio di ciò), alla scoperta di nuova energia e al raggiungimento della saggezza e dell’illuminazione spirituale. Attraverso la combinazione dello studio dei libri e l’esecuzione degli esercizi, i praticanti cercano di migliorarsi, mettendo in pratica nella vita quotidiana i principi di Verità, Benevolenza, Tolleranza.

Organizzazione e praticanti
La Falun Gong ha punti di pratica in tutto il mondo. È difficile stimare il numero dei praticanti con certezza, per il fatto che non ci sono iscrizioni, né tesseramenti dei praticanti. Li Hongzhi parlava di 100 milioni di discepoli, prima dell’inizio della persecuzione; il Partito Comunista Cinese li stimava tra i 60 e gli 80 milioni; dopo l’inizio della persecuzione ridusse la sua stima a 2 o 3 milioni, altri stimavano il numero dei discepoli della Falun Gong a circa 40 milioni. Il New York Times ha parlato in due articoli entrambi pubblicati il 27 aprile 1999 di almeno 70 milioni. Secondo questi articoli, questa cifra era stata stimata dall’Amministrazione dello Sport dello Stato Cinese.
Nella Falun Gong non esiste nessuna iscrizione formale né un’organizzazione: il numero reale dei praticanti in tutto il mondo non è noto proprio per la mancanza di iscrizioni o tesseramenti.
Il movimento afferma di non avere un’organizzazione gerarchica, ma solamente dei praticanti, di norma più attivi, che assicurano un minimo di coordinamento con gli altri gruppi e danno assistenza a chi vuole praticare; essi agiscono su base volontaria per assicurare la continuità dei luoghi di pratica.
Il libro Zhuan Falun afferma che non esistono capi, ma solamente un Maestro (un insegnante: Li Hongzhi, o ShiFu, Insegnante-Padre, parola difficilmente traducibile in italiano) e dei discepoli (studenti).« Non c’è che un solo Maestro nella Dafa. Anche se uno ha iniziato a praticare da molto tempo, rimane pur sempre un discepolo .(Zhuan Falun)

I principi guida
Secondo Li Hongzhi, la Falun Gong è un sistema di coltivazione avanzato della “Scuola di Budda”, che in passato era stato trasmesso a dei discepoli prescelti e impartito come un metodo di coltivazione intensivo che richiedeva ai praticanti una “Xinxing” (natura-mente) estremamente elevata o una “grande qualità innata”.
Invitato dalle organizzazioni di Qigong di ogni regione, durante il periodo che va dal 1992 alla fine del 1994, Li Hongzhi ha viaggiato in quasi tutte le principali città cinesi per insegnare la pratica. Nell’ultima parte di quel periodo c’erano 4 o 5 mila persone che partecipavano ad ogni seminario. Queste dimensioni non si erano mai viste fino ad allora. Dal 1995, ricevendo inviti da altri paesi, ha introdotto la pratica in altri paesi asiatici e occidentali. Da allora in poi la Falun Gong è stata diffusa su basi volontarie dai praticanti stessi.Quando i praticanti hanno cominciato a diffondere il sistema, Li Hongzhi ha stabilito che la diffusione della Falun Gong non potesse mai essere fatta per interesse personale o per soldi; i praticanti non devono accettare nessun compenso, donazione o regalo in cambio della loro diffusione volontaria della pratica. L’insistenza di Li Hongzhi nel volere che la pratica fosse offerta gratuitamente causò una frattura con la Società di Ricerca del Qigong Cinese, l’organizzazione amministrativa statale sotto la cui egida la Falun Dafa venne inizialmente diffusa, e Li Hongzhi si ritirò da quella organizzazione.

L’insegnamento — Xiu
Le basi della Falun Gong sono nel libro Zhuan Falun, il cui titolo significa “Girare la Ruota della Legge”. I principi esposti nel libro sono semplici:
Zhen: verità, autenticità
Shan: compassione, benevolenza
Ren: tolleranza, pazienza, sopportazione
Principalmente richiede ai praticanti di comportarsi onestamente, e di non rispondere quando si è offesi. Si raccomanda ai praticanti di non andare mai agli estremi e di dedicare la massima attenzione al miglioramento della Xinxing (natura del cuore e della mente). Al lettore (nella misura in cui si considera un praticante) è consigliato di mettere in pratica quello che ha compreso e di avere rispetto per la comprensione degli altri. La Falun Dafa è differente dagli altri sistemi di Qigong, in quanto va oltre l’inseguimento del benessere fisico, e mira al raggiungimento della saggezza e dell’illuminazione spirituale. Al centro della pratica ci sono i principi supremi dell’universo: Verità, Compassione, e Tolleranza. Attraverso la combinazione dello studio dei libri e l’esecuzione degli esercizi, i praticanti cercano di diventare persone migliori, mettendo in pratica questi principi nella vita quotidiana. Si può asserire che questa pratica crea armonia tra il corpo e lo spirito. Le critiche che vengono mosse al movimento sono il fatto di avere menzionato la possibilità che esistano altre forme viventi nell’intero universo e delle capacità soprannaturali.

Gli esercizi – Lian
Praticante di Falun Dafa, il 5° esercizio di meditazione
Buddha mostra mille mani. Apre tutti i “canali d’energia” del corpo con un movimento di stiramento graduale.
Tenere la Falun in posizione eretta ed immobile. È composto da quattro posizioni statiche che possono durare alcuni minuti ciascuna. Questo esercizio aumenta il livello di energia e della saggezza.
Penetrazione alle due estremità cosmiche. Utilizza movimenti armoniosi delle mani per purificare il corpo, avvalendosi dell’energia del cosmo.
La Circolazione Celeste della Falun. Rettifica tutte le condizioni anormali del corpo e abilita la circolazione dell’energia con movimenti delle mani, che passano su tutto il corpo.
La Via per rafforzare i poteri soprannaturali. Una meditazione da seduti a gambe incrociate (posizione del loto o mezzo loto) che raffina il corpo e la mente, in tranquillità profonda. Rafforza i poteri divini e la potenza energetica.[4]

I praticanti di Falun Gong sono facilmente identificabili dai colori del loro abbigliamento, le T-shirt gialle; le giacche a vento azzurre; le sciarpe azzurre o gialle con le scritte Falun Dafa dovrebbero essere state viste da tutti o quasi gli abitanti di questo nostro popoloso pianeta.

Lo slogan Falun Dafa Hao
Questo semplice slogan dei manifestanti: Falun Dafa Hao! (La Falun Dafa ed i suoi praticanti sono il bene, non sono cattivi come sostiene il governo. Sono gli oppressori che sono cattivi) è stato sentito spesso dai poliziotti di guardia a Piazza Tiananmen, i praticanti lo gridavano prima di essere arrestati, questo grido è diventato lo slogan della Falun Gong; “Falun Dafa Hao”, anche i praticanti occidentali hanno imparato a pronunciarlo correttamente.

Metodi utilizzati
I praticanti di Falun Gong in Cina si recavano regolarmente alla piazza Tiananmen, malgrado il rischio d’essere arrestati, per dispiegare i loro striscioni e per distribuire dei volantini informativi sulla persecuzione o per gridare con forza lo slogan “Falun Dafa Hao” (Falun Dafa è bene). Gli agenti presenti in forze sulla Piazza Tiananmen, reagiscono con prontezza, arrestando violentemente i pacifici manifestanti. Questo fenomeno è diminuito d’intensità con il passare del tempo, perché la piazza, un simbolo, è presidiata da ingenti forze di polizia proprio per prevenire queste pacifiche forme di dissenso.

La Falun gong e le cure mediche
Alcune critiche alla Falun Gong sono correlate al disinteresse verso i medicinali. Se non vieta specificatamente l’uso delle medicine, gli scritti del movimento sembrano indicare che la pratica ha un effetto terapeutico sufficiente e se qualcuno pratica veramente la Falun Gong non avrà più bisogno di medicinali.
« Qui non parliamo di cura delle malattie; parliamo, invece, di riequilibrare integralmente i corpi dei praticanti, per metterli in grado di praticare. Con un corpo malato, non potreste assolutamente sviluppare l’energia del gong. Quindi non dovete venirmi a chiedere di curare le vostre malattie, non lo farò. Sono venuto ad insegnare in pubblico con lo scopo principale di guidare le persone verso i livelli elevati – di guidare realmente le persone verso i livelli elevati » (Zhuan Falun)
Si considera che la vera causa delle malattie sia karmica. Li Hongzhi non dice che non ci siano virus e batteri alle spalle delle malattie, ma professa che non si trattino delle cause interiori. Si pensa che il karma abbia un’esistenza materiale in dimensioni più elevate (più microcosmiche) e si dice che sia collegato a cattivi comportamenti precedenti come pure alle emozioni negative e agli attaccamenti come: gelosia, bramosia, collera e odio; tutte quelle cose insomma che non sono in accordo con Verità, Compassione e Tolleranza, la cosiddetta “caratteristica dell’universo”. Quindi, secondo Li Hongzhi, solo liberandosi da questi attaccamenti e sopportando delle avversità si può eliminare il karma e rimuovere la radice delle malattie.

I commenti sono chiusi